top of page

Cantiere cinese CIMC Raffles convertirà l'impianto Saipem per progetto African LNG di Eni in Congo

La società offshore italiana Saipem ha scelto il cantiere cinese CIMC Raffles per la conversione della sua piattaforma di perforazione semisommergibile Scarabeo 5 in un'unità di produzione galleggiante (FPU).


Il contratto di conversione tra i due è stato annunciato subito dopo che Saipem ha vinto un accordo con Eni per schierare l'impianto come FPU al largo delle coste della Repubblica del Congo.

La FPU, che sarà situata a nord-ovest del terminal di Djeno, riceverà i fluidi di produzione dalle piattaforme, separerà il gas dai liquidi e solleverà il gas per alimentare la vicina unità Tango FLNG. I lavori di commissioning e start-up sono previsti per il quarto trimestre 2025.

Questa è la prima conversione di CIMC Raffles di un impianto di perforazione semisommergibile in un FPU. L' impianto donatore Scarabeo 5 è un semi-sommergibile di 4a generazione con una profondità massima operativa dell'acqua di 2.000 metri e una profondità massima di perforazione di 9.000 metri.

Le principali attività di conversione comprendono lo smantellamento di tutti i sistemi di perforazione, la riparazione e la ristrutturazione del sistema marino e l'installazione di nuovi moduli di processo topside.


13 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page