Vaccini Covid-19: ecco i dati scientifici già disponibili

di Nicola Iuvinale

E' notizia di oggi che il Regno Unito ha autorizzato il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 e la settimana prossima inizierà le prime vaccinazioni.

Un portavoce del Dipartimento della sanità e dell'assistenza sociale ha dichiarato:

Il governo ha accettato oggi la raccomandazione dell'Agenzia indipendente per la regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) di approvare l'uso del vaccino COVID-19 della Pfizer-BioNTech. Ciò segue mesi di rigorosi test clinici e un'analisi approfondita dei dati da parte di esperti dell'MHRA che hanno concluso che il vaccino ha soddisfatto i suoi rigorosi standard di sicurezza, qualità ed efficacia. Il Comitato Congiunto per le Vaccinazioni e le Immunizzazioni (JCVI) pubblicherà a breve il suo consiglio finale.


Negli Stati Uniti la FDA (agenzia nazione che autorizza l'immissione in commercio di farmaci e vaccini) non ha ancora approvato i vaccini Covid-19 ma sta esaminando le richieste di autorizzazione all'uso di emergenza (EUA) dei vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna.

E in Europa?

La Pfizer-BioNTech ha depositato all'EMA la richiesta di autorizzazione all'immissione in commercio condizionale del suo vaccino COVID-19 e il 29 dicembre si deciderà sull'approvazione. Anche Moderna l'ha fatto per il suo vaccino e il 12 gennaio 2021 si deciderà sull'autorizzazione.

E il mondo scientifico dispone di dati certi?

La Pfizer-BioNTech ha pubblicato uno studio di fase 1/2/3 per valutare la sicurezza, la tollerabilità, l'immunogenicità e l'efficacia dei candidati al vaccino a RNA contro COVID-19 in individui sani.

Moderna, invece, ha messo a disposizione una serie di pubblicazioni su riviste scientifiche.

The Lancet, una delle più importanti riviste scientifiche mondiali, ha pubblicato una serie di articoli sui vaccini Covid-19 accessibili gratuitamente da tutti e partecipa alla Clinical Research Coalition per promuovere una condivisione dei dati efficace, etica ed equa.

Anche Nature ha pubblicato studi mettendoli pubblicamente a disposizione.

The New England Journal of Medicine ha un'intera sezione consultabile gratuitamente.

L'OMS ha pubblicato un documento che fornisce consigli ai produttori di vaccini sia sul processo che sui criteri che verranno utilizzati dalla stessa OMS per valutare i vaccini che vengono presentati per la pre-qualificazione (PQ) o per l'EUR (Emergency Use List). Lo stato attuale dello sviluppo di un candidato vaccino, la portata dei dati disponibili di qualità, sicurezza ed efficacia e le approvazioni normative da parte delle NRA competenti, guideranno la decisione dell'OMS su quale percorso (PQ o EUL) seguire per ciascun vaccino.

In questo importante documento l'OMS offre un panorama di tutti i vaccini candidati e lo stato di ricerca in cui si trovano, attualizzato al 12 novembre 2020.

68 visualizzazioni0 commenti