Xi- Biden al G-20: gli Stati Uniti hanno la democrazia americana e la Cina ha la democrazia cinese.

di Nicola Iuvinale


Definite alcune linee rosse; il mondo è abbastanza grande da consentirci una coesistenza su presto presupposto:

"Xi: Al cento per cento non esiste un sistema democratico impeccabile, la democrazia ha bisogno di miglioramenti costanti. Eventuali differenze specifiche possono essere discusse, ma c'è una precondizione: deve essere una discussione paritaria. Il cosiddetto "antagonismo tra democrazia e autocrazia" non è inerente al mondo di oggi e non corrisponde alle tendenze dei tempi ".


Xi Jinping ha parlato al suo interlocutore degli importanti esiti del 20° Congresso nazionale del PCC, spiegando che il partito e il governo cinesi perseguono una politica interna ed estera aperta e trasparente, hanno intenzioni strategiche oneste e chiare e mantengono un alto grado di continuità e stabilità.

Con l'aiuto della modernizzazione cinese, la RPC promuoverà in modo completo il processo del grande ringiovanimento della nazione cinese, considererà sempre la realizzazione del sogno della gente di una vita meravigliosa come il punto di partenza della modernizzazione e aderirà sempre alla politica di riforma e aprirsi per costruire un'economia mondiale aperta. La Cina continua a perseguire fermamente una politica estera pacifica indipendente, determina sempre la sua posizione e il suo approccio a una questione particolare a seconda della sua essenza, chiede una risoluzione pacifica dei conflitti attraverso il dialogo e le consultazioni, espande e costruisce un partenariato globale.

La Cina difende risolutamente il sistema delle relazioni internazionali, il cui fulcro è l'ONU, salvaguarda l'ordine mondiale basato sul diritto internazionale, in nome della costruzione di una comunità con un destino comune per l'umanità. In qualità di partecipante e motore dello sviluppo globale, la Cina sostiene fermamente uno sviluppo pacifico, aperto e reciprocamente vantaggioso per uno sviluppo comune con tutti i paesi.

Xi Jinping ha osservato che oggi il mondo sta attraversando una svolta storica, tutti i paesi si trovano ad affrontare sfide senza precedenti, ma hanno anche ricevuto opportunità senza precedenti. È da questo punto di vista che le relazioni Cina-USA dovrebbero essere viste e regolate. Il rapporto tra Cina e Stati Uniti non è un gioco a somma zero in cui si può solo vincere o perdere, salire o scendere. Il successo di un paese non significa tanto sfide per un altro quanto opportunità. Le distese del mondo sono abbastanza grandi perché sia ​​​​la Cina che gli Stati Uniti possano svilupparsi e prosperare insieme. Entrambe le parti devono percepire correttamente le reciproche politiche interne ed estere e piani strategici, impostare il tono per la

comunicazione interstatale nello spirito del dialogo e vantaggioso per tutti senza confronto e giochi a somma zero.

Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica popolare cinese che attribuisce grande importanza alle ripetute assicurazioni del presidente Biden secondo cui la parte americana non cerca di provocare una "nuova guerra fredda", né di cambiare la struttura politica della Cina, né di rafforzare le alleanze contro la Cina, non sostiene la cosiddetta "indipendenza di Taiwan" , e non prevede di entrare in conflitto con la Cina. Pechino, a sua volta, non pretende mai di cambiare l'attuale ordine mondiale, non interferisce negli affari interni degli Stati Uniti e non intende sfidare gli Stati Uniti, figuriamoci cercare di prendere il suo posto. Sulla base dei principi del rispetto reciproco, della coesistenza pacifica e della cooperazione reciprocamente vantaggiosa, le relazioni Cina-USA dovrebbero essere sviluppate lungo la retta via, impedendo loro di deviare dalla rotta prefissata e perdere slancio, e ancor di più dalla collisione.

Xi Jinping ha delineato sistematicamente la storia dell'emergere della questione di Taiwan e la posizione di principio della parte cinese. È stato sottolineato che la questione di Taiwan è il fulcro degli interessi fondamentali della Cina, il fondamento politico delle relazioni Cina-USA e la prima linea rossa nelle relazioni Cina-USA che non deve essere oltrepassata. La soluzione della questione di Taiwan sono affari propri dei cinesi ed esclusivamente affari interni della Cina. La riunificazione del Paese e il mantenimento della sua integrità territoriale rispondono alle comuni aspirazioni del popolo cinese e della nazione cinese. "Qualsiasi tentativo di separare Taiwan dalla Cina è contrario ai nostri interessi nazionali e il popolo cinese non lo sopporterà! Siamo interessati a garantire la pace e la stabilità nello Stretto di Taiwan e compiere sforzi incessanti, ma la pace e la stabilità sono incompatibili con i tentativi separatisti di separare Taiwan dalla Cina continentale. Ci auguriamo che la parte americana mantenga la parola data e aderisca rigorosamente alla politica della Cina unica e alle disposizioni dei tre comunicati Cina-USA.

Il signor Presidente ha ripetutamente affermato di non sostenere "l'indipendenza di Taiwan" e non intende utilizzare Taiwan come strumento per ottenere vantaggi competitivi sulla Cina o contenere la Cina. Non vediamo l'ora di mantenere questa promessa nella pratica", ha affermato.


Xi Jinping ha osservato che la libertà, la democrazia e i diritti umani sono le aspirazioni comuni dell'umanità, per le quali il PCC ha costantemente lottato. "Gli Stati Uniti hanno la democrazia americana e la Cina ha la democrazia cinese. Entrambi corrispondono alle caratteristiche specifiche del loro paese. Siamo orgogliosi che la democrazia popolare cinese dell'intero processo sia basata sulle realtà nazionali, sulla storia e sulla cultura della Cina, riflette le aspirazioni del popolo. Al cento per cento non esiste un sistema democratico impeccabile, la democrazia ha bisogno di miglioramenti costanti. Eventuali differenze specifiche possono essere discusse, ma c'è una precondizione: deve essere una discussione paritaria. Il cosiddetto "antagonismo tra democrazia e autocrazia" non è inerente al mondo di oggi e non corrisponde alle tendenze dei tempi ", ha affermato.

Xi Jinping ha osservato che la Cina e gli Stati Uniti si stanno sviluppando in modo diverso: negli Stati Uniti - capitalismo e in Cina - socialismo. Una tale differenza non si è verificata oggi e continuerà in futuro. La leadership del PCC e il socialismo con caratteristiche cinesi godono dell'ampio sostegno di 1,4 miliardi di cinesi e sono la principale garanzia dello sviluppo e della stabilità del Paese. Per lo sviluppo delle normali relazioni sino-americane, è molto importante riconoscere e rispettare le differenze tra i due stati, e non imporre una sorta di "modello universale", cercando di cambiare o addirittura rovesciare il regime politico di un altro paese. La parte americana deve mantenere le promesse corrispondenti non a parole, ma con i fatti.

Xi Jinping ha sottolineato che Cina e Stati Uniti - due grandi potenze con una storia, una cultura, un sistema sociale e un percorso di sviluppo unici - hanno avuto e hanno tuttora divergenze e disaccordi che probabilmente continueranno in futuro. Ma questo non dovrebbe ostacolare lo sviluppo delle relazioni bilaterali. C'è sempre concorrenza nel mondo, ma dovrebbe essere basata su scambi reciproci e progressi congiunti, e non su un vizioso gioco a somma zero. Il popolo cinese ha una gloriosa tradizione di lottare senza sosta. La pressione e il contenimento non faranno che infiammare l'entusiasmo e la volontà del popolo cinese. I tentativi di scatenare una guerra commerciale e tecnologica, creare barriere artificiali, rompere i legami economici e le catene di approvvigionamento vanno solo a scapito dei principi di un'economia di mercato e delle regole del commercio internazionale, danneggiano gli altri e coloro chi le sta facendo. La Cina si oppone risolutamente alla politicizzazione e all'armizzazione degli scambi commerciali, economici, scientifici e tecnologici.

Nella situazione attuale, gli interessi comuni di Cina e Stati Uniti non si stanno riducendo, ma si stanno moltiplicando. Il più fondamentale di essi è la coesistenza pacifica dei due paesi senza conflitti e confronti. La comunanza di interessi tra Cina e Stati Uniti risiede nel fatto che i due paesi, data la profonda integrazione delle loro economie, hanno bisogno dello sviluppo reciproco per raggiungere nuovi compiti del proprio sviluppo. Gli interessi comuni di Cina e Stati Uniti risiedono anche nel fatto che senza il coordinamento e la cooperazione dei due Stati è impossibile raggiungere una ripresa post-pandemia dell'economia mondiale, superare le conseguenze del cambiamento climatico e risolvere i problemi regionali . Pechino e Washington devono rispettarsi a vicenda.

J. Biden ha osservato di conoscere il presidente Xi Jinping da molto tempo e di mantenere contatti regolari con lui, ma nulla può sostituire un incontro faccia a faccia. Si è congratulato con il suo interlocutore per la sua rielezione a Segretario Generale del Comitato Centrale del PCC. In quanto grandi potenze, gli Stati Uniti e la Cina hanno la responsabilità di continuare il loro rapporto costruttivo, ha sottolineato il presidente. La parte americana è interessata a mantenere canali di comunicazione ininterrotti tra i capi di stato e ad altri livelli ufficiali al fine di impegnarsi in un dialogo franco su questioni controverse, nonché rafforzare la necessaria cooperazione e svolgere un ruolo importante nella risposta a importanti sfide globali come il cambiamento climatico e la sicurezza alimentare. Ciò è particolarmente importante sia per i due Paesi e per i loro popoli, sia per il mondo intero. J. Biden ha ribadito, che una Cina stabile e in via di sviluppo è nell'interesse degli Stati Uniti e del mondo. Gli Stati Uniti rispettano il sistema politico cinese e non pretendono di cambiarlo. Washington non cerca una nuova guerra fredda o alleanze rafforzate contro la Cina, non sostiene "l'indipendenza di Taiwan", né idee come "due Cine" o "una Cina e una Taiwan", non intende entrare in conflitto con Pechino. Gli Stati Uniti non cercheranno di tagliare i legami economici con la Cina, né di frenare o bloccare il suo sviluppo economico.

J. Biden ha sottolineato che l'ulteriore sviluppo del mondo dipenderà in gran parte dalla costruzione di relazioni tra Stati Uniti e Cina. Il mondo conta sui due Paesi per poter appianare le divergenze ed evitare confronti o conflitti causati da incomprensioni o concorrenza feroce. Washington concorda sulla necessità di sviluppare linee guida per lo sviluppo delle relazioni USA-Cina, i team negoziali dei due Paesi possono continuare tale dialogo sulla base degli accordi raggiunti al fine di raggiungere un consenso il prima possibile. L'amministrazione statunitense aderisce al principio di una Cina, non cerca di frenare lo sviluppo della Cina utilizzando la questione di Taiwan ed è anche interessata a mantenere la pace e la stabilità nello Stretto di Taiwan.

leader di Cina e Stati Uniti hanno concordato di mantenere il coordinamento strategico e consultazioni regolari tra i gruppi di lavoro. Pechino e Washington si impegneranno nel dialogo e negli scambi sulla politica macroeconomica, sul commercio e sulle questioni economiche e contribuiranno al successo della 27a sessione della Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. È stata espressa disponibilità a sviluppare la cooperazione e il dialogo su questioni di salute pubblica, agricoltura e sicurezza alimentare, per coinvolgere gruppi di lavoro congiunti sino-americani per risolvere problemi specifici. Xi Jinping e J. Biden hanno notato la particolare importanza degli scambi culturali e umanitari e hanno convenuto di sostenere l'espansione degli scambi interpersonali in tutte le aree.

capi dei due Stati si sono confrontati sulla crisi ucraina. Xi Jinping ha osservato che la Cina è profondamente preoccupata per lo sviluppo della situazione intorno all'Ucraina. Subito dopo l'inizio della crisi, ha preso posizione sulle “quattro necessità” e recentemente ha proposto “quattro passi congiunti”. Considerando la crisi ucraina come una crisi globale e complessa, è necessario pensare seriamente a quanto segue: primo, non ci sono vincitori in conflitto e guerra; in secondo luogo, per un problema complesso non esiste una soluzione semplice; in terzo luogo, occorre evitare il confronto tra le maggiori potenze. La Cina è stata e rimane una sostenitrice della pace, continuerà i suoi sforzi di mediazione, si spera sosterrà la ripresa dei colloqui di pace tra Russia e Ucraina e attende con impazienza un dialogo a tutti gli effetti tra Stati Uniti, NATO e UE con la Russia.

capi dei due stati hanno convenuto che l'incontro si è rivelato approfondito, franco e costruttivo. I gruppi di lavoro dei due paesi sono stati incaricati di attuare gli importanti accordi tra i leader in modo tempestivo, sviluppare linee guida per lo sviluppo delle relazioni bilaterali e adottare misure pratiche per riportare le relazioni Cina-USA al centro dello sviluppo stabile. I leader di Cina e Stati Uniti hanno deciso di mantenere contatti regolari.


All'incontro hanno partecipato anche Ding Xuexiang, Wang Yi e He Lifen.

Fonte: Xinhua News Agency

54 visualizzazioni1 commento