top of page

La TSMC di Taiwan sta ancora discutendo sulla “favola tedesca”

Dirigente TSMC: non prima di agosto prenderemo una decisione


di Nicola Iuvinale

Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (TSMC) sta ancora valutando se costruire la sua prima fabbrica europea in Germania, a Dresda, nello stato della Sassonia.

Ciò avviene tra le crescenti tensioni geopolitiche che coinvolgono i semiconduttori tra Washington e Pechino su Taiwan.

"Non voglio entrare nella politica delle cose, ma penso che sia diversificata", ha detto il dirigente di TSMC Kevin Zhang in una conferenza stampa in Olanda. "Pensiamo che l'Europa sia una regione molto significativa data la base di clienti... (e) la domanda", ha aggiunto.

Zhang ha precisato che la società sta conducendo revisioni di due diligence aggiungendo che la decisione potrà essere presa in una riunione del consiglio di amministrazione della società ad agosto.

All'inizio del mese, Bloomberg ha riferito che TSMC era in trattative per collaborare con NXP Semiconductors NV, Robert Bosch GmbH e Infineon Technologies AG per costruire un fabbrica in Sassonia che avrebbe prodotto chip a 28 nm. L'iniziativa potrebbe includere sussidi governativi con un investimento di circa 11 miliardi di dollari.

Oltre a continuare la sua espansione domestica di chip avanzati a Taiwan, TSMC ha anche iniziato a espandere la sua presenza all'estero.

Il più grande produttore di chip del mondo ha già iniziato a costruire le

sue prime strutture in Giappone e negli Stati Uniti.

Articolo pubblicato su Money.it il 26.5.2023

2 visualizzazioni0 commenti
bottom of page