top of page

Oggi il colosso immobiliare Evergande ha dichiarato bancarotta negli Stati Uniti


Lo sviluppatore cinese ha dichiarato perdite per 81 miliardi di dollari durante il 2021 e il 2022 e i suoi enormi debiti continuano a essere una seria preoccupazione per la salute finanziaria del settore immobiliare in Cina.


Oggi, il gruppo China Evergrande ha presentato istanza di protezione dal fallimento ex capitolo 15 a New York, secondo i documenti del tribunale visionati dall'agenzia di stampa Bloomberg.

All'inizio di questa settimana, il promotore immobiliare in difficoltà ha deciso di ritardare le sue riunioni per i detentori di debiti di classe A e classe CEG di Hong Kong per dare loro più tempo per considerare il suo nuovo piano di ristrutturazione.

Il fallimento ai sensi del capitolo 15 salvaguarda i beni della società negli Stati Uniti mentre gli accordi di ristrutturazione sono negoziati in altre giurisdizioni. A volte, il completamento di una transazione può richiedere l'archiviazione di un ex capitolo 15 ai sensi degli accordi internazionali di ristrutturazione del debito.

La richiesta di Evergrande riguarda i procedimenti di riorganizzazione in corso a Hong Kong e nelle Isole Cayman. L'impresa immobiliare cinese sta lottando da mesi per portare a termine un piano di ristrutturazione del proprio debito fuori dal Paese. A luglio ha ottenuto l'autorizzazione giudiziaria a votare l'accordo. Gli incontri sono previsti per la fine del mese.

Da quando è scoppiata la crisi del debito del settore a metà del 2021, le società che rappresentano il 40% delle vendite di case cinesi sono fallite, la maggior parte delle quali promotori immobiliari privati.

La negoziazione delle azioni della società è stata sospesa il 21 marzo dello scorso anno.

27 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page