top of page

Washington invita Pechino a fermare le azioni "pericolose" nel Mar Cinese Meridionale. VIDEO

Sabato gli Stati Uniti hanno invitato Pechino a porre fine alle sue azioni "provocatorie e pericolose" nelle acque contese del Mar Cinese Meridionale dopo che è stata scongiurata una collisione dell'ultimo minuto tra una nave della guardia costiera cinese e una nave filippina. Un attacco armato nell'Oceano Pacifico, che comprende il Mar Cinese Meridionale, contro le forze armate filippine, navi o aerei, inclusa la guardia costiera, comporterebbe l'applicazione degli impegni di mutua difesa degli Stati Uniti alle Filippine, basati su un trattato del 1951.


di Nicola e Gabriele Iuvinale


"Chiediamo a Pechino di rinunciare alle sue azioni provocatorie e pericolose", ha detto in una nota un portavoce del Dipartimento di Stato americano, Matthew Miller, ribadendo il fermo sostegno di Washington al suo "alleato" le Filippine.

Gli Stati Uniti hanno quindi ricordato che un attacco armato nell'Oceano Pacifico, che comprende il Mar Cinese Meridionale, contro le forze armate filippine, navi pubbliche o aerei, inclusa la guardia costiera, comporterebbe l'applicazione degli impegni di mutua difesa degli Stati Uniti alle Filippine, basati su un trattato del 1951.

L'incidente, che ha alzato i toni tra Pechino e Manila, è avvenuto nei pressi delle Isole Spratly, un giorno dopo i colloqui a Manila tra il ministro degli Esteri cinese Qin Gang e il presidente filippino Ferdinand Marcos Jr per stemperare le divergenze da queste acque contese.


Questo nel contesto in cui il presidente filippino è atteso lunedì a Washington per essere ricevuto dal suo omologo, Joe Biden, alla Casa Bianca.

Pechino rivendica quasi tutto il Mar Cinese Meridionale, ignorando una sentenza internazionale del 2016 secondo cui le sue affermazioni non hanno basi legali.

La Cina ha riqualificato e militarizzato lì, negli ultimi dieci anni, migliaia di ettari di scogliere dove sono apparse piste di atterraggio, porti e sistemi radar.

Secondo un team di Agence France Presse su un'altra nave filippina, la nave della guardia costiera cinese ha bloccato il percorso della guardia costiera filippina e la collisione è stata evitata all'ultimo momento. L'episodio è l'ultimo di una lunga serie.

"Le immagini e le registrazioni video recentemente pubblicate sui media ricordano chiaramente che la Repubblica popolare cinese molesta e intimidisce le navi filippine che effettuano pattugliamenti di routine nella loro zona economica esclusiva ", ha denunciato anche il Dipartimento di Stato americano.

La Cina ha risposto all'incidente accusando le Filippine di averlo "deliberatamente" provocato. Manila ha sottolineato che “i pattugliamenti di routine nelle nostre stesse acque non possono essere considerati né premeditati né provocatori” e rappresentano “un diritto legale che abbiamo esercitato e continueremo ad esercitare” .

Fonte: Adevarul.ro


Photo: La Cina di Xi Jinping - Verso un nuovo ordine mondiale sinocentrico? (Italian)

Gabriele and Nicola Iuvinale


ASE 2023



To download the book index, preface and introduction: https://www.extremarationews.com/reuters-news

10 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page