top of page

Intelligence USA: la Cina fornisce aiuti militari alla Russia

Aggiornamento: 28 lug 2023

La tecnologia cinese è di supporto alla guerra contro l'Ucraina e Pechino aiuta Mosca anche ad eludere le sanzioni internazionali


Il regime comunista cinese sta aiutando la Russia ad eludere le sanzioni e fornisce alla Russia tecnologia militare a duplice uso da utilizzare in Ucraina, secondo un rapporto non classificato appena pubblicato (pdf) compilato dall'Ufficio del direttore dell'intelligence nazionale (ODNI).

"[La Cina] sta fornendo una tecnologia a duplice uso che l'esercito di Mosca utilizza per continuare la guerra in Ucraina, nonostante un cordone internazionale di sanzioni e controlli sulle esportazioni", afferma il rapporto.

I registri doganali mostrano che le società di difesa statali [cinesi] spediscono attrezzature di navigazione, tecnologia di disturbo e parti di aerei da combattimento a società di difesa di proprietà del governo russo sanzionate".


Cina e Russia continuano a unirsi contro Stati Uniti e alleati

Il Partito Comunista Cinese (PCC), che governa la Cina come stato a partito unico, nega l'invio di qualsiasi equipaggiamento militare alla Russia.

Tuttavia, le due potenze autoritarie hanno promesso di sostenere una partnership "senza limiti" durante la guerra, fino al coordinamento strategico compreso.

La fiorente alleanza tra il PCC e il Cremlino è stata una preoccupazione crescente per i funzionari occidentali da quando il segretario generale del PCC Xi Jinping e il presidente russo Vladimir Putin hanno annunciato per la prima volta la loro partnership il 4 febbraio dello scorso anno.

Da allora, Xi non ha aderito alle sanzioni internazionali contro la Russia per l'invasione dell'Ucraina e il PCC ha costantemente sostenuto che le azioni finanziarie globali contro la Russia non sono valide, fornendo così alla Russia un'ancora di salvezza economica vitale nei mercati cinesi.

Nonostante le affermazioni contrarie di Pechino, tuttavia, diversi rapporti hanno suggerito che il regime potrebbe incanalare aiuti letali alla Russia attraverso delegati in Medio Oriente.

Secondo un rapporto di febbraio del media tedesco Der Spiegel, il regime cinese ha falsificato i documenti di spedizione per mascherare le attrezzature dell'aviazione militare dirette in Russia come di natura civile e ha utilizzato intermediari negli Emirati Arabi Uniti per consegnare droni a duplice uso alla Russia.

Allo stesso modo, la Casa Bianca ha riconosciuto che le società cinesi hanno sostenuto direttamente la guerra della Russia in Ucraina e ha emesso sanzioni contro entità cinesi accusate di riempire l'industria della difesa russa, ma si è fermata prima di affermare che tale sostegno equivale ad un aiuto letale diretto dallo stato.

Il nuovo rapporto ODNI si basa su questo, affermando che il PCC è diventato "un partner ancora più critico" per la Russia nel corso della guerra in Ucraina.

Il rapporto afferma inoltre che la Cina e la Russia stanno aumentando la quota del commercio bilaterale tra di loro regolata nella valuta cinese yuan, aumentandola rispetto al dollaro, e la Cina sta ulteriormente aumentando l'importazione e l'esportazione di energia russa, inclusi petrolio e gas che devia dall'Europa.

Tuttavia, il rapporto non è privo di difetti. L'ODNI afferma che gran parte delle informazioni citate sono dovute a resoconti dei media o ad altre informazioni open source, sollevando la preoccupazione che anche la comunità dell'intelligence della nazione stia lottando per comprendere i meccanismi interni del regime del PCC.

"La comunità dell'intelligence non dispone di rapporti sufficienti per valutare se Pechino stia deliberatamente inibendo i controlli sull'uso finale del controllo delle esportazioni del governo degli Stati Uniti, comprese interviste e indagini, in [Cina]", afferma il rapporto.


Il rapporto lancia l'allarme sugli aiuti cinesi alla Russia

L'amministrazione Biden ha lanciato l'allarme che la Cina comunista potrebbe fornire aiuti letali per la guerra di conquista della Russia contro l'Ucraina e, secondo quanto riferito, sta prendendo in considerazione la declassificazione e il rilascio di informazioni sulla questione.

I funzionari statunitensi hanno precedentemente espresso preoccupazione per i trasferimenti di "apparecchiature a duplice uso" dalla Cina alla Russia. Tuttavia, hanno ripetutamente affermato di non aver ancora visto prove del trasferimento di assistenza letale per l'uso da parte della Russia sul campo di battaglia.

Allo stesso modo, sebbene le società cinesi siano state sanzionate per il loro ruolo nell'approvvigionamento della Russia, Pechino ha finora evitato un'aperta condanna da parte di Washington sulla questione.

Potrebbe finire, poiché il nuovo rapporto ODNI suggerisce che le società statali cinesi sono direttamente impegnate a fornire alla Russia parti di aerei da combattimento e tecnologie di navigazione militare.


Sia i dati sulle esportazioni russe che la leadership militare ucraina attestano la prevalenza di tecnologie cinesi spedite in Russia e poi utilizzate in Ucraina, afferma il rapporto.

"Le società di difesa statali [cinesi] hanno spedito apparecchiature di navigazione, parti per aerei da combattimento e altre tecnologie a duplice uso alle società di difesa russe, secondo i dati doganali russi", afferma il rapporto ODNI.

"Kyiv ha dichiarato che le sue forze trovano sempre più componenti [cinesi] nelle armi usate dalla Russia".


13 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page