top of page

La verità dimenticata della guerra. Cui bono? Non gli USA, né l'Ucraina, né la Russia. Ma la Cina?

Marinati nella pace e nell'opulenza, noi occidentali abbiamo trascurato la verità che gli esseri umani sono predisposti per la guerra.

Winston Churchill una volta osservò che "Incontrarsi faccia a faccia è meglio della guerra". Allo stesso tempo, ha ben compreso che "la storia della razza umana è la guerra".


Di Roger Kimball


"La pelle umana", osservò una volta Caterina la Grande, "è più solleticante della carta".

Mi chiedo se le persone che suonano il tamburo per intensificare la guerra in Ucraina abbiano preso a bordo quella semplice saggezza. Sospetto che il popolo americano in grande stia cominciando a farlo.

Un anno fa, subito dopo che Vladimir Putin ha invaso l'Ucraina, ho visto le belle persone nella mia città blu profondo, quelle che avevano affisso cartelli "Black Lives Matter" sul loro prato davanti, sostituto (o, se erano davvero entusiasti, aggiungi) una bandiera dell'Ucraina sui pali che avevano eretto per dichiarare la loro virtù superiore.

Quelle bandiere ucraine, ho notato, stanno cominciando a cadere. Perché? In parte per semplice tornaconto economico. Le persone - quelle che non fanno parte del governo o dei suoi ausiliari, comunque - capiscono che le sanzioni "contro la Russia" sono altrettante sanzioni contro di noi. La gente comune guarda il prezzo della benzina e del gasolio e pensa: "Perché dovrei pagare per questo?"

E a proposito di pagamenti, non è necessaria una laurea in economia per rendersi conto che esiste una connessione tra l'invio di miliardi e miliardi di dollari in aiuti all'Ucraina e la richiesta di Biden di tasse più elevate. In che modo esattamente, si chiede la gente, sta difendendo l'Ucraina e puntando gli occhi su una grande potenza nucleare nel nostro interesse nazionale?

Un dato non del tutto irrilevante: il debito federale degli Stati Uniti è ora a nord di $ 31 trilioni. Anche se non lo sai, i tuoi figli, i loro figli e i figli dei loro figli impareranno a conoscere il significato di quell'albatros, fissato al collo da politici irresponsabili, in modi troppo tristi da contemplare.

Ci sono altre domande pragmatiche. Joe Biden ha sottratto una grande percentuale della nostra riserva strategica di petrolio per intaccare un po 'i prezzi del gas fuori controllo causati dalla sua follia di spese incontinenti. "Non è pericoloso?" si chiedono le persone. "E se avessimo bisogno del petrolio per i nostri militari?"

E a proposito di militari, che dire di tutto quell'hardware che abbiamo spedito in Ucraina, non solo i carri armati Abrams (non il modello Stacey Abrams, ahimè, ma l'M1), ma anche tutti quei missili, droni e altro materiale cinetico? Cosa ha fatto questo alle nostre scorte di roba? Fonti di notizie responsabili - punti vendita, intendo, diversi dal New York Times , CNN e mezzi di comunicazione affini - stanno avvertendo che i nostri negozi di Stinger, sistemi di difesa aerea HAWK, sistemi missilistici Patriot, HIMARS, sistema di razzi a lancio multiplo guidato, ecc. ., sono pericolosamente esaurite.

Ogni giorno, negli ultimi 10 mesi circa, ho letto titoli su come i muri si stiano chiudendo su Putin, come il suo esercito si stia avvicinando al collasso e il suo popolo si stia avvicinando alla rivolta. Ma finora non è successo niente di tutto ciò. Forse lo farà ancora. L'esercito russo ha certamente avuto molte battute d'arresto all'inizio, con grande shock degli ingenui pianificatori di guerra russi (e anche, va detto, con sorpresa di osservatori occidentali altrettanto ingenui). Ma quello era presto. La Russia ha imparato o almeno ha imparato a metà dalle sue sconfitte.

Ora sta perseguendo una serie devastante di bombardamenti di artiglieria, distruggendo allo stesso modo le infrastrutture civili e militari. Il che ci porta al lato umanitario della situazione. Un recente conteggio delle vittime ucraine ha portato il numero di morti a circa 140.000. Chissà quanti altri sono gravemente mutilati o feriti? Questo è su una popolazione di circa 40 milioni.

Cui bono ? Non noi, sicuramente, né l'Ucraina, né la Russia. Ma che ne dici della Cina? Sta ricevendo molto petrolio a prezzi stracciati dal compagno Vladimir, petrolio che altrimenti potrebbe riscaldare le case di Berlino. Sta anche osservando mentre spendiamo costosi mezzi militari in un teatro lontano, lontano dalla nostra patria.

La Cina sta agitando le sue sciabole, cingendo i suoi lombi metaforici, spostando vari pezzi della sua economia su un piede di guerra. Secondo osservatori cinesi come Gordon Chang, i segnali sono “ inequivocabili ” che si stia preparando alla guerra. Questo era il sottotesto non così nascosto dell'avventura della scorsa settimana, il pallone di sorveglianza cinese a cui è stato permesso di attraversare l'intero continente degli Stati Uniti prima di essere abbattuto.

Non lo sapresti davvero dai media viziosi, disgustosi e mendaci che mentiranno su qualsiasi cosa per rafforzare la narrativa del regime. Hanno mentito su Trump e la Russia e su Trump e la sua chiamata al presidente ucraino nel 2020. Hanno mentito sulle origini del COVID e sul modo migliore per gestire e trattare il COVID. Hanno mentito sulle elezioni del 2020 e su quel delinquente nero che è morto per overdose di fentanil a Minneapolis mentre si opponeva all'arresto.

Mentono su tutto. Riconosco che a volte non è del tutto corretto dire che sono mendaci. A volte sono semplicemente viziosi, disgustosi e ignoranti, ma è la stessa cosa.

Il problema è che ci troviamo in una situazione simile a quella vissuta dai Troiani dopo che erano sbarcati in Italia ed Enea era gentile con il re Latino con l'obiettivo di sposare sua figlia Lavinia. Giunone odiava i Troiani e prevalse sull'orribile Furia Alecto nel cui cuore allevava "Tradimento, guerra, rabbia". "Sveglia il tuo genio", esorta Giunone, "Rompi i loro trattati, semina i semi della guerra".

E così fa Alecto, facendo impazzire donne e uomini di furia omicida.

Dopo la disgregazione dell'Unione Sovietica, l'Occidente convinse l'Ucraina a rinunciare al suo arsenale nucleare - all'epoca il quinto più grande del mondo - in cambio di una garanzia di sicurezza. Hanno rinunciato alle loro armi nucleari. E come ha funzionato quella garanzia di sicurezza?

Ora, come sottolinea il commentatore militare Austin Bay , paesi dalla Corea del Sud al Giappone, di nascosto o apertamente, stanno prendendo in considerazione l'acquisizione di armi nucleari. Hanno visto cosa è successo all'Ucraina. Possono sentire e vedere cosa sta facendo la Cina. Le garanzie di sicurezza di Antony Blinken e della sua gente vanno benissimo. Ma come osservò Caterina la Grande, "la pelle umana è più delicata della carta". Questo è un fatto di cui anche Alecto, il "portatore di lutto", è consapevole.

Winston Churchill una volta osservò che "Incontrarsi faccia a faccia è meglio della guerra". Allo stesso tempo, ha ben compreso che "la storia della razza umana è la guerra". Questa è una malinconica verità che, marinata nella pace e nell'opulenza, noi occidentali abbiamo trascurato a nostro rischio e pericolo.

54 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page