top of page

Stati Uniti, Giappone e Taiwan condivideranno informazioni con i droni

L'accordo trilaterale di intelligence segnala un'evoluzione nella strategia degli Stati Uniti per contenere la Cina nell'Indo-Pacifico


G e N Iuvinale


Questa settimana il Financial Times ha riferito che Giappone, Taiwan e Stati Uniti condivideranno dati in tempo reale attraverso l'impiego droni da ricognizione navale, con i futuri velivoli autonomi MQ-9 Sea Guardian di Taiwan che saranno consegnati nel 2025, integrati nello stesso sistema utilizzato dalle forze statunitensi e Forze di difesa (JSDF) giapponese nella regione Indo-Pacifica.


L'UAV Marittimo MQ-9B SeaGuardian

Il rapporto citato da FT afferma che l'accordo consentirebbe agli Stati Uniti e ai suoi partner di osservare la stessa immagine catturata dai droni, dando a tutti e tre l'accesso a un'immagine operativa comune. Il rdocumento cita anche una fonte che afferma che gli Stati Uniti e i suoi partner adotteranno un approccio per garantire che l'integrazione avvenga il più rapidamente possibile.


Il rapporto afferma inoltre che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti si è inizialmente rifiutato di commentare la questione, con un portavoce che ha affermato che gli Stati Uniti non stanno attualmente pianificando di facilitare la condivisione delle informazioni sull'MQ-9 tra Taiwan e il Giappone, pur ribadendo il proprio impegno per uno scambio bilaterale delle informazioni tra il Stati Uniti e Giappone.


Il rapporto del FT afferma anche che il ministero della Difesa di Taiwan avrebbe dichiarato di non essere stato informato dei piani di condivisione di intelligence con droni da ricognizione navale tra Stati Uniti e Giappone.


L'integrazione di Giappone e Taiwan in un meccanismo di condivisione dell'intelligence guidato dagli Stati Uniti potrebbe avvicinare i due Paesi all'alleanza di intelligence Five Eyes che comprende Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda.


Sebbene Taiwan non sia un membro dei Five Eyes, presumibilmente mantiene stretti legami con l'alleanza. Focus Taiwan, infatti, ha riferito che Taiwan mantiene la condivisione di informazioni in tempo reale con i Five Eyes, con l'Ufficio per la sicurezza nazionale di Taiwa che ha aggiornato le sue unità informatiche con quelle di intelligence nei Paesi membri dell'alleanza. In particolare, i computer aggiornati di Taiwan possono essere utilizzati per connettersi ai Five Eyes attraverso un meccanismo di segnalazione e comunicazione online istantaneo, sicuro e crittografato.


Attualmente, un'organizzazione di sicurezza simile alla NATO non è ancora emersa nell'Asia orientale. Tuttavia, l'accordo di condivisione di intelligence tra Stati Uniti, Giappone e Taiwan potrebbe esserne una formale base embrionale.






8 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page