Via libera del Consiglio Europeo al Centro di competenza per la cibersicurezza con sede a Bucarest

L'UE intende rafforzare la sicurezza di internet e di altre reti e sistemi informativi


di N. Iuvinale

L'UE intende rafforzare la sicurezza di internet e di altre reti e sistemi informativi critici mediante l'istituzione di un Centro di competenza per la cibersicurezza al fine di concentrare gli investimenti nello sviluppo industriale, nella tecnologia e nella ricerca sulla cibersicurezza.

Il nuovo organismo, che avrà sede a Bucarest (Romania), convoglierà in particolare i finanziamenti legati alla cibersicurezza provenienti da Orizzonte Europa e dal programma Europa digitale.

Il "Centro europeo di competenza per la cibersicurezza nell'ambito industriale, tecnologico e della ricerca" collaborerà con una rete di centri nazionali di coordinamento designati dagli Stati membri.

Il Centro riunirà inoltre i principali portatori di interessi europei, tra cui organizzazioni industriali, accademiche e di ricerca e altre associazioni pertinenti della società civile, al fine di formare una comunità delle competenze in materia di cibersicurezza intesa a consolidare e diffondere le competenze in materia di cibersicurezza in tutta l'UE.

Il Consiglio ha adottato il regolamento che istituisce il Centro e la rete.

Seguirà l'adozione definitiva da parte del Parlamento europeo.

Mariana Vieira da Silva, ministra di Stato e ministra della presidenza del Portogallo, presidenza del Consiglio: "il nuovo Centro di competenza per la cibersicurezza e la nuova rete svolgeranno un ruolo fondamentale nel contribuire a garantire la sicurezza dell'infrastruttura digitale, che così tanti fra noi utilizzano quotidianamente per il lavoro e il tempo libero, nonché la sicurezza delle reti e dei sistemi informativi in settori cruciali quali la sanità, i trasporti, l'energia, i mercati finanziari e i sistemi bancari. Rafforzerà inoltre la competitività globale dell'industria della cibersicurezza dell'UE, in particolare delle PMI, nonché la nostra leadership e autonomia strategica nel settore della cibersicurezza".

L'atto giuridico approvato dal Consiglio deve ora essere adottato dal Parlamento europeo in seconda lettura prima di essere pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'UE.

Il regolamento entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione.

17 visualizzazioni0 commenti