top of page

Esercito americano: arriva l'app per l'identificazione della minaccia dei droni

Il programma potrà essere scaricato e installato sugli smartphone, consentendo ai combattenti in prima linea di rilevare e segnalare rapidamente le minacce provenienti dagli UAV avversari


G e N Iuvinale


Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti è in procinto di ufficializzare l'adozione di un programma di identificazione della minaccia dei droni. Si tratta del primo sistema del genere.

L'app potrà essere scaricata e installata sugli smartphone, consentendo ai militari a fronte di rilevare e segnalare rapidamente le minacce dei droni nemici.

Foto GettyImages


Come funziona?

Dopo che gli utenti avranno installato il programma sui loro telefoni cellulari, potranno scattare e caricare foto di droni sospetti. Il processore back-end condurrà analisi indipendenti per confermare se si tratta di un obiettivo sospetto. In caso positivo, lo sfondo invierà immediatamente un allarme al centro di comando e genererà le informazioni sulla posizione del drone, inviando anche un avviso alle persone nell'area vicina.


Ogni utente potrà installare il programma sul proprio smartphone e segnalare droni sospetti in qualsiasi momento, migliorando ulteriormente la consapevolezza della situazione del centro di comando militare statunitense.


Completati i test

L'esercito statunitense ha completato con successo i test tecnici nel luglio scorso. Durante la prova è stato inviato un drone bersaglio senza pilota, facendolo volare volare per 50 chilometri. Diversi militari hanno utilizzato il programma di identificazione sui propri smartphone per scattare foto, identificare e segnalare il drone bersaglio. Il processore back-end ha analizzato in modo indipendente i dati fotografici caricati, ha monitorato il bersaglio in tempo reale sulla mappa, contattando il centro di comando della difesa aerea che ha successivamente abbattutto il drone.


Attualmente, le truppe affiliate al Comando Centrale degli Stati Uniti stanno conducendo test di follow-up per mettere il sistema in uso il prima possibile nell’area di competenza.


Il programma sarà presto reso disponibile a persone selezionate.

Tecnologia

Il programma di identificazione delle minacce dei droni utilizza un'architettura dati in crowdsourcing ed algoritmi di apprendimento automatico per completare l'analisi dei dati sui bersagli. Tale tipo di architettura consente di connettere un gran numero di utenti dispersi attraverso piattaforme digitali per l'interazione e la raccolta dei dati. Di fronte allo stesso obiettivo, maggiore è il numero dei partecipanti, più accurati saranno i risultati, apportando al contempo un certo grado di universalità al progetto.


L'app potrà essere installata ed utilizzata sia sui sistemi operativi Android che IOS. L'interfaccia operativa è semplice. Efficiente è risultato anche l'algoritmo di elaborazione dei dati che è in grado di identificare con precisione bersagli di droni sospetti. Preimpostando i parametri, è possibile inviare avvisi agli utenti entro l'intervallo prestabilito.


Questa tecnologia è particolarmente adatta per grandi infrastrutture che hanno una protezione debole, obiettivi soft e luoghi di raccolta di persone.

Sicurezza transnazionale

L’esercito americano ritiene che la minaccia dei droni sia una sfida alla sicurezza comune, anche per i partner regionali. Gli USA sperano che, attraverso questo progetto, tutti i combattenti saranno in grado di fornire informazioni, rafforzando la consapevolezza situazionale e i meccanismi di allarme sulla sicurezza.


Su questa base, nel prossimo futuro verrà creata una rete di difesa a più livelli che, combinata con l’attuale struttura di comando e controllo dell’esercito, sarà in grado di migliorare la capacità delle truppe di prima linea ad affrontare le minacce dei droni.

8 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page