Investimento cinese in una produzione di aerei Usa: potenziali rischi per la sicurezza nazionale

Intenso è il controllo da parte del governo degli Stati Uniti degli investimenti cinesi nelle aziende statunitensi, tra le relazioni tese e la continua competizione tecnologica tra le due nazioni. Il classico "schema ponzi" cinese si ripete di nuovo: svuotare le società estere e trasferire la loro tecnologia in Cina. L'FBI ha anche avviato un'indagine su possibili violazioni penali legate al presunto trasferimento di tecnologia. L'Office of Intelligence and Security del Dipartimento del Commercio avvia un'indagine sul business cloud del gigante dell'e-commerce Alibaba, per accertare se rappresenta un rischio per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti


di Nicola Iuvinale

Il Wall Street Journal ha pubblicato un rapporto esclusivo il 18 gennaio rivelando che l'FBI e il Comitato per gli investimenti esteri negli Stati Uniti (CFIUS) stanno indagando su un investimento cinese in una startup di aeromobili statunitensi, a seguito di accuse di trasferimento di tecnologia improprio alla Cina.

Icon Aircraft Inc. è una società con sede in California che produce un aereo in fibra di carbonio con ali pieghevoli, in grado di decollare e atterrare su terra e acqua.

In una nota a CFIUS, esaminata dal Wall Street Journal, gli azionisti americani di Icon hanno affermato che l'aereo è progettato per uso ricreativo ma potrebbe essere modificato per funzionare come un drone militarizzato.

Gli azionisti hanno accusato l' investitore Shanghai Pudong Science and Technology Investment Co. di aver accumulato una partecipazione dominante in Icon e di averla utilizzata per svuotare la società e trasferire la sua tecnologia in Cina.
E' il classico "schema Ponzi" cinese: svuotare le società e trasferire la loro tecnologia in Cina.

CFIUS, un panel interagenziale che può raccomandare al Presidente di bloccare o concludere accordi per motivi di sicurezza nazionale, secondo i documenti esaminati dal Wall Street Journal, ha iniziato la revisione dell'accordo alla fine di novembre 2021 dopo che gli azionisti americani lo hanno esortato a intervenire.

Secondo quanto riferito, l'FBI ha anche avviato un'indagine separata su possibili violazioni penali legate all'accordo e al presunto trasferimento di tecnologia.

La revisione del CFIUS sottolinea l'intenso controllo da parte del governo degli Stati Uniti degli investimenti cinesi nelle aziende statunitensi tra le relazioni tese e la continua competizione tecnologica tra le due nazioni.

L'amministrazione Biden sta inoltre esaminando da vicino i rapporti delle società tecnologiche cinesi con i consumatori statunitensi.

Reuters ha riferito il 18 gennaio che l'Office of Intelligence and Security del Dipartimento del Commercio ha avviato un'indagine sul business cloud del gigante dell'e-commerce Alibaba per determinare se rappresenta un rischio per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Il focus dell'indagine è su come la società archivia i dati dei clienti statunitensi, comprese le informazioni personali e la proprietà intellettuale, e se il governo cinese potrebbe accedervi.

Fonte Lofareblog

80 visualizzazioni0 commenti