top of page

Ford/Catl, sicurezza nazionale: i legislatori statunitensi intimano l'azienda statunitense

Gallagher, Smith e Rodgers chiedono a Ford di conformarsi alle richieste del Congresso dopo il rifiuto dell'azienda di collaborare alle indagini "sulla partnership per le batterie dei veicoli elettrici allineata al PCC"


G e N Iuvinale


Mentre la Ford Motor Company ha annunciato il 25 settembre scorso di aver sospeso la sua partnership con un produttore cinese di batterie, i legislatori continuano a nutrire serie preoccupazioni per il fatto che l'azienda americana si sia rifiutata di ottemperare a tre distinte inchieste del Congresso sul suo accordo segreto di licenza con CATL, "un'Azienda di batterie per veicoli elettrici allineata al Partito Comunista Cinese".



Foto GettyImages

Come riportato per la prima volta da Reuters , il presidente del comitato ristretto della Camera del Partito comunista cineseMike Gallagher (R-WI), il presidente Jason Smith (R-MO) del comitato Ways and Means della Camera e la presidente Cathy McMorris Rodgers (R-WA ) del Comitato per l'energia e il commercio della Camera hanno scritto congiuntamente al CEO della Ford Motor Company Jim Farley chiedendo l'immediato rispetto da parte dell'azienda delle indagini del Congresso sulla sua partnership con CATL, "di proprietà cinese e allineata al PCC".


I legislatori hanno avvertito l'amministratore delegato della Ford che un persistente rifiuto di conformarsi potrebbe comportare l'avvio di un processo obbligatorio o la notifica di comparire davanti al Congresso.

Nella lettera di intimazione, i legislatori scrivono: " Il continuo rifiuto di Ford di fornire risposte sostanziali affrontando le gravi questioni discusse nelle lettere di aprile, luglio e settembre mina l'impegno di Ford ad "agire con trasparenza, integrità e onestà" e solleva serie preoccupazioni per quanto riguarda il suo accordo di licenza con CATL.


"Scriviamo ancora oggi per cercare una produzione pienamente reattiva sull'accordo di licenza, sulla conoscenza da parte di Ford dell'apparente tentativo di CATL di proteggere la sua connessione con le aziende con sede nello Xinjiang e sull'impegno di Ford a promuovere la produzione di batterie negli Stati Uniti.

"Se Ford non adempie pienamente a tutte le richieste di documenti del 20 luglio 2023 dei Comitati e alla richiesta di documenti su Energia e Commercio del 1° settembre 2023 entro e non oltre il 6 ottobre 2023, prenderemo in considerazione altri mezzi per ottenere i document , incluso un processo obbligatorio o insistendo affinché lei compaia davanti al Congresso per spiegare pubblicamente la sua mancata osservanza."

Il precedente

Nei mesi di aprile, luglio e settembre scorsi, i tre politici hanno chiesto informazioni a Ford in merito al suo accordo di licenza con il produttore di batterie CATL, "incluso ma non limitato a:

  • Una copia dell'accordo di licenza di Ford con CATL sia in inglese che in cinese.

  • La conoscenza di Ford dei collegamenti della CATL con il lavoro forzato e le violazioni dei diritti umani da parte del PCC.

  • La conoscenza di Ford dei tentativi di CATL di proteggere i suoi collegamenti con le aziende con sede nello Xinjiang a cui è vietato esportare prodotti negli Stati Uniti

  • L'intenzione di Ford di assumere dipendenti cinesi per ricoprire posti di lavoro ben retribuiti negli Stati Uniti.

  • Le discussioni di Ford con l'amministrazione Biden riguardo alla sua partnership CATL e ai crediti d'imposta sui veicoli elettrici.


Gallagher, Smith e Rodgers hanno chiesto a Ford di fornire risposte adeguate a quest'ultima inchiesta entro e non oltre il 6 ottobre.


"I legislatori hanno concluso emettendo congiuntamente a Ford un avviso di conservazione dei documenti relativo al suo accordo con la società CATL".

6 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page